Una macchina del fango per screditare il MoVimento 5 Stelle.

È questo il progetto inviato alla mail di Matteo Renzi nel 2018 dal suo guru della comunicazione. Una storia simile alla “bestia” leghista.

Il documento contenuto nelle carte dell’inchiesta sulla Fondazione Open, dove il leader di Iv è indagato, è a dir poco scandaloso. Un progetto nato per provare a delegittimare con colpi bassi i suoi avversari politici, con dossier confezionati addirittura da investigatori privati.

Ciò che si legge è sconcertante. “Caro Matteo – si apprende nella mail pubblicata da Affari Italiani -, eccoti un primo appunto sulla struttura di propaganda antigrillina. Sarebbe utile vederci per iniziare la Lunga marcia (citazione da Mao ndr). Notizie, indiscrezioni e rivelazioni mirate a distruggere la reputazione e l’immagine pubblica di: Grillo, Di Maio, di Battista, Raggi, Casaleggio, Travaglio e Scanzi”.

“Per realizzare questo – prosegue la mail e lo riporta la Verità – bisogna creare una piccola combattiva redazione, con 2 giornalisti d’inchiesta e un investigatore privato di provata fiducia e professionalità (a costo medio-alto)”.

Ecco chi ha tramato per la caduta del governo Conte 2. Davvero senza vergogna.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *