Spazio5stelle Aversa e agro aversano

Tra le misure messe in campo dal Governo per fronteggiare la crisi causata dalla pandemia c’è anche il bonus casalinghe. Un fondo previsto nel decreto agosto varato dal precedente esecutivo che prevede uno stanziamento di circa 3 miliardi. In Italia sono circa 7 milioni le casalinghe che si occupano a tempo pieno della casa e della famiglia, di cui oltre la metà al Sud. Il bonus servirà a promuovere la formazione professionale che svolgono lavori domestici, in modo da garantire maggiori opportunità occupazionali. Non si tratta dunque di una vera e propria liquidità ma di un credito per frequentare gratuitamente corsi di formazione utili per accedere nel mondo del lavoro.Potrebbe essere un'immagine raffigurante testo
Il bonus casalinghe 2021 spetta a tutte le donne che si occupano della cura di casa e famiglia, i requisiti per accedervi sono i seguenti: è necessario essere casalinghe disoccupate, essere cittadine italiane o anche straniere purché in possesso di regolare permesso di soggiorno. Per accedere al bonus non sono necessari dei particolari requisiti Isee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.